Torna
indietro


Andai nei boschi perché desideravo vivere con saggezza,
per affrontare solo i fatti essenziali della vita, e per vedere
se non fossi capace di imparare quanto essa aveva
da insegnarmi, e per non scoprire, in punto di morte, che non ero vissuto.

Henry David Thoreau

Il sentiero del bruco

Il sentiero del bruco è un percorso di montagna che ripercorre alcune tappe del viaggio spirituale di un bruco, descritto nel libro Il coraggio di essere se stessi ,un testo molto particolare che parla dei segreti del viaggio dell'eroe .

Il cammino parte da Omegna (una cittadina piemontese di circa 15.000 abitanti, che si trova nella parte nord del lago d'Orta nella provincia del Verbano Cusio Ossola) e si snoda attraverso una serie di sentieri di montagna, sul Mottarone.

Il tragitto proposto è illustrato in un'apposita cartina turistica dell'Associazione Pro loco di Omegna ( la cartina è in distribuzione presso gli uffici della Pro loco, in P.zza XXIV Aprile ad Omegna- info@proloco.omegna.vb.it).

"Il sentiero del bruco" ha una durata di circa 6 ore e necessita di attrezzatura da trekking ( indispensabili gli scarponcini) e di un discreto allenamento.

Come per tutti i viaggi di ricerca, l'essenza di questo percorso ( che tocca alcuni luoghi "particolari": i tre Alberi; la cappella della Morta;...non è scoprire "nuove terre", ma "nuovi occhi". Per questo motivo, percorrerlo dopo aver letto il libro, potrebbe essere interessante...

 

Omegna, Regione Piemonte, Provincia del Verbano Cusio Ossola (testo e immagine sono tratti dal sito dell'Associazione turistica Pro loco di Omegna)

Se mi fermo per qualche decina di minuti sulla parola "Omegna" (in questa città sono nato nel 1920 e ho fatto le elementari fino alla quarta compresa) da ogni punto della memoria si mettono in movimento catene di parole e di immagini che vanno lontano… (GIANNI RODARI)

 

Omegna sorge all’estremità nord del Lago d’Orta, sulle due rive dell’emissario del lago, la Nigoglia, un bizzarro fiume contro corrente (al femminile) che, diceva Gianni Rodari “punta dritto verso le Alpi” confluendo nel torrente Strona, poi insieme nel Toce e infine nel Lago Maggiore.

Il fatto che il Lago d’Orta sia un po’ più alto del Lago Maggiore spiega la singolarità del fenomeno

. Da qui l’orgoglio comunale degli omegnesi, chiamati “i lupi” (animale che campeggiava sull’antico stemma comunale), nel motto“La Nigoglia la va in su e la legge la fem nu”.

HOME PAGE Personal Coach