Torna
indietro

 

Felicità controcorrente

Come perseguire la felicità senza dipendere da soldi e successo


Un manuale indispensabile per gli educatori, per gli allenatori sportivi, e per tutti coloro che vogliono liberarsi dalla camicia di forza del conformismo e dare una svolta alla propria ricerca.


Quarta di copertina


"Non canto perché sono felice." dice un passerotto "Sono felice perché canto". Questa metafora, attribuita al filosofo americano Williams James, esprime in maniera sintetica qual è il fattore decisivo per il "ben essere" degli esseri viventi: l'autorealizzazione; la possibilità di esprimere le capacità di cui siamo dotati. Ed è questa determinante (che l'uomo deve saper ricercare in maniera virtuosa) che porta alla vera felicità, all'eudaimonia, come la chiamavano i greci antichi.


Questo breve manuale ci guida, in maniera semplice e pratica, in questo percorso di ricerca, mettendo prima in discussione alcune convinzioni dominanti:
-credere che la felicità sia legata principalmente ai soldi e alla notorietà;
-credere che tutti possiedano i talenti per emergere;
-credere che basti impegnarsi con determinazione per raggiungere il "successo";
e poi, accompagnandoci lungo una strada, poco battuta, ma capace di aprire le porte della felicità per tutti. Perché ciò che conta in questo percorso, non sono né i talenti né la ricchezza posseduti, ma il cercare di far "fiorire", con virtù, ciò che siamo.


Il libro invita, infatti, ad abbandonare il conformismo (che soffoca troppe esistenze), i modelli "perfetti" (che svalutano le diversità), i confronti (che ci fanno stare male) e a ricercare la "nostra" felicità controcorrente; perché è questa ricerca, e non solo il raggiungimento della felicità, a rendere la vita di ognuno straordinaria.

Franco Angeli/ Trend. Euro 14,00. Disponibile anche in e-book sul sito www.francoangeli.it

 

HOME PAGE Personal Coach